Il modulo viene caricato

Migliore salute in Togo: possibile grazie all’acqua potabile

Il Togo è uno dei Paesi più poveri al mondo. L’assistenza sanitaria è carente, i tassi di mortalità materno-infantile ancora troppo elevati. Per questo la CRS fornisce il suo aiuto in questo Paese tramite programmi sanitari per acqua potabile e igiene.

Finalmente in buona salute. Grazie all’acqua potabile, grazie al suo aiuto.

Yawa accarezza amorevolmente la figlia Clarissa, di tredici mesi, con cui parla e scherza. La giovane, che ha altri due figli, ha sempre il sorriso sulle labbra ed emana positività. Un’attitudine non scontata vista la situazione di povertà in cui è cresciuta.

Yawa vive nel villaggio togolese di Aou Mono Bidjadadé. La sua famiglia sopravvive grazie a un magro raccolto, a qualche capra e gallina. L’acqua potabile è un bene raro, il sistema sanitario poco sviluppato. La mortalità infantile è ancora molto elevata; l’umido clima tropicale facilita il diffondersi di malattie e, in caso di emergenza, gli aiuti ci mettono molto ad arrivare.

Ma per fortuna c’è il Club des mères fondato dalla Croce Rossa Svizzera (CRS): 32 donne che hanno seguito formazioni di più giorni che si occupano di informare la popolazione su temi sanitari. Si recano inoltre come volontarie nelle case più isolate.

Grazie al Club des mères Yawa ha imparato che all’acqua va sempre aggiunto il cloro prima di berla, e ha anche ricevuto istruzioni su come farlo lei stessa. Le donne del club vanno di casa in casa, forniscono informazioni e aiuto pratico, chiariscono i dubbi. In Togo il miglioramento delle condizioni di vita non passa solamente per la costruzione di infrastrutture; perché gli abitanti godano di buona salute sono fondamentali misure di informazione e sensibilizzazione.

Lo stesso discorso vale per la costruzione di latrine: fino a poco tempo fa, per la famiglia di Yawa gli unici «servizi igienici» erano i campi che circondano la casa. Pericolosi batteri finivano nell’acqua potabile e nel cibo, i bambini si ammalavano di continuo e spesso morivano a causa di dissenteria e disidratazione. Grazie alla Croce Rossa la situazione è migliorata: oggi tutte le famiglie dispongono di una latrina privata, nei campi non ci sono escrementi e il villaggio ha ricevuto un riconoscimento del Ministero della salute.

Yawa è grata alla Croce Rossa per il sostegno che le ha dato. Ora vuole fare qualcosa anche lei; da poco è entrata nel Club des mères, il cuore pulsante da cui si irradiano i progressi del villaggio, della regione e di tutto il Paese. Desideriamo ringraziarla: il suo sostegno contribuisce a garantire una vita migliore ai più vulnerabili. Grazie a lei, le giovani madri come Yawa e le loro famiglie potranno godere di un futuro in salute.

Il potere del canto

Oltre a un’infrastruttura funzionante, in Togo le attività di informazione sono fondamentali per migliorare le condizioni di vita. Nel Club des mères la Croce Rossa offre formazioni alle volontarie che poi sensibilizzano la popolazione locale, sostenuta dalla CRS anche grazie al suo aiuto.