Il modulo viene caricato

Dopo Idai arriva il ciclone Kenneth

A sei settimane da quando il devastante ciclone Idai ha colpito il centro del Mozambico, sul nord del Paese si è abbattuto il ciclone Kenneth. La Croce Rossa è presente sul posto e offre sostegno alla popolazione colpita. Sono circa 400 000 le persone che necessitano urgentemente di aiuti.

La CRS necessita di donazioni per potere prestare aiuti di emergenza dopo il passaggio del ciclone. Il vostro aiuto è importante, sono donazioni a sostegno di persone che necessitano di aiuto immediato. Grazie di cuore!

Fatti e cifre

150 000 pazienti

150 000 pazienti

La Croce Rossa sta costruendo un ospedale da campo dove potranno essere curati fino a 150 000 pazienti.

40 tonnellate

40 tonnellate

Lunedì un aereo cargo Airbus ha consegnato a Maputo più di 40 tonnellate di materiale e beni di soccorso della CRS e di aiuti umanitari della DSC.

Soccorsi della Croce Rossa dopo il passaggio del ciclone Idai

Dopo aver lasciato il segno nello Stato insulare delle Comore, dove ha provocato danni incalcolabili, la sera di giovedì 25 aprile il ciclone Kenneth ha raggiunto la costa settentrionale del Mozambico. Immediate le evacuazioni di molte zone, condotte con il sostegno della Croce Rossa. In 30 000 hanno dovuto lasciare le proprie case a fini precauzionali. Le piogge torrenziali portate dal ciclone fanno temere nuove devastanti inondazioni e frane. I volontari della Croce Rossa del Mozambico sono in piena attività: allertano la popolazione, si preparano a prestare soccorsi d’emergenza e predispongono beni di aiuto che potranno essere distribuiti in caso di necessità.

A sole sei settimane dal ciclone Idai

Nella regione di Beira, la più duramente colpita dal ciclone Idai, è tuttora presente un team di esperti di logistica che coordina gli aiuti internazionali della Croce Rossa. L’équipe garantisce ogni giorno che i beni di prima necessità vengano consegnati anche a chi abita nelle regioni più isolate, spesso raggiungibili solamente percorrendo prima un lungo tragitto in macchina e un secondo tratto a bordo di semplici imbarcazioni.

La prevenzione del colera continua a rivestire un ruolo importante

La Croce Rossa del Mozambico può inoltre contare su due specialisti del settore medico che sostengono le attività di prevenzione del colera. Si tratta di due delegati della Croce Rossa Svizzera (CRS) con molta esperienza alle spalle che formano i volontari della Croce Rossa, identificano i malati nei villaggi e forniscono loro acqua potabile e soluzioni saline reidratanti. Svolgono inoltre un’attività di sensibilizzazione all’igiene rivolta alla popolazione locale.

Aiuti per il Malawi

Nel mese di marzo di quest’anno il ciclone Idai ha causato ingenti danni anche nella parte meridionale del Malawi. La CRS ha raddoppiato i suoi aiuti e ha inviato sul posto un’esperta in ricostruzione che già in passato ha effettuato missioni dopo una catastrofe per conto della CRS. È in viaggio verso la zona colpita dove aiuterà la Società consorella locale a effettuare gli accertamenti necessari per la ricostruzione.

La CRS fa appello alle donazioni per potere prestare aiuti di emergenza dopo il passaggio del ciclone. Al momento, con il sostegno della Confederazione, è stato stanziato un milione di franchi.